Come indurire gli orecchini

Come avevo scritto nel post precedente, ho aspettato molto a pubblicare le foto dei miei lavori al chiacchierino.
Uno dei motivi di quest'attesa è stato il fatto che non trovavo mai un metodo di indurimento che mi soddisfacesse sufficientemente.
Ho girato per il web per giorni e più aumentavano le informazioni, più aumentava la confusione.
Alla fine ho optato per un metodo piuttosto classico, che vi illustrerò di seguito.
Acqua e zucchero, acqua e vinavil (come fa Annarita), smalto trasparente... ne ho lette veramente di ogni!
Alla fine ho voluto optare per il classico acqua e amido di mais.

In un pentolino ho sciolto in 100 ml di acqua due cucchiaini (circa 50 gr) di amido di mais (maizena).
Ho portato ad ebollizione e, sempre mescolando, ho fatto addensare sul fuoco al minimo finché non è diventata una pappetta collosa.
Ho tolto dal fuoco e continuato a mescolare per aiutarlo a raffreddare e, una volta intiepidito, ho messo il composto in un piatto, per mia comodità.
Ho inzuppato bene gli orecchini nella pappetta, asciugato l'eccesso con l'aiuto di uno strofinaccio e della carta da cucina e fissati gon gli spilli a delle vaschette in polistirolo, in modo che mantenessero la forma.




Sembravano delle bamboline woodoo! :-P

Ho lasciato asciugare per 24 ore, in modo da essere sicura che si seccassero bene.
Sono rimasti abbastanza rigidi e mantengono bene la loro forma.
Per il momento il metodo è promosso, ora voglio lasciar passare un po' di tempo per vedere se patiscono l'umidità.

Voi come indurite i vostri lavori? Avete dei metodi particolari?
Sono curiosa di conoscere anche le vostre esperienze e magari sperimentarne qualcuna.

Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina.


Alla prossima!! 

21 commenti:

  1. Grazie mille per averci svelato questo segreto! Sono sicura che sarà utilissimo anche per altre tecniche...mi piacerebbe provarlo sui tessuti per le fate!
    Un abbraccio,
    Sharon

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un segreto di pulcinella ;-) Ho voluto semploicemente condividere la mia esperienza, nel caso interessasse a qualcuno.
      Se proverai con i tessuti, fammi sapere come rimangono.
      A presto!!

      Elimina
  2. Grazie per la spiegazione sono sempre utili queste "dritte", io uso il metodo Vinavil, la diluisco con poca acqua 70% vinavil e un 30% di acqua, la mescolo bene e poi la passo con un pennello facendo penetrare bene nelle maglie, davanti e dietro. Come base uso, come ho visto anche tu, il polistirolo e degli spilli è un ottimo metodo. Se sono oggetti particolarmente fini, ad esempio orecchini, ultimamente ho provato ad ascugarli col phone, evito che si possano vedere tracce di colla. Rimangono belli rigidi e in forma. Gli altri metodi non li ho mai provati, ma probabilmente hanno lo stesso effetto ma con materiali differenti.
    Buona domenica.
    Baci.
    Annarita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Ho sentito parlare anche della vinavil, diluita in varie percentuali (ognuno ha la "sua" ricetta), ma oltre al prezzo della colla mi blocca un po' l'idea che sia plastica... Gli oggetti non rimangono"plasticosi" perdendo la loro particolarità?
      Grazie per il tuo contributo e a presto!

      Elimina
    2. Una volta asciutti rimangono perfetti, ovviamente anche al tatto sono belli rigidi ma non perdono le caratteristiche, anzi. Farò un post su questa tecnica come ho modo, l'importante è sperimentare, poi ognuno trova la tecnica migliore per se. Un bacione.

      Elimina
    3. Ho visto il tuo post, grazie per aver condiviso la tua esperienza!

      Elimina
  3. Bravissima!e complimenti per le tue creazioni:-) io per indurire ho usato tutti i metodi possibili...acqua e zucchero,smalto,vinavil e amido.Direi che con l'amido diventano belli duri e che resistono anche all'umidità.Con acqua e zucchero si induriscono,ma con l'umidità è un casino...Con vinavil mi trovo piuttosto bene.
    Ognuno poi deve sperimentare un po';-)
    Io creo bijoux,orecchini soprattutto...se ti va di passare da me...www.silvyettacreazioni.blogspot.it.
    Sono una tua nuova follower:-P
    Bacio
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acqua e amido, per quello che leggo, al momento mi sembra il migliore... Se poi mi dici che per la tua esperienza reggono anche l'umidità, allora direi che è proprio il metodo che fa per me ;)
      Grazie per il tuo prezioso contributo, a presto!

      Elimina
  4. Grazie, utilissimo :) Avevo provato a inamidare i miei orecchini di pizzo, ma non per 24 ore e non avevo pensato a puntarli con gli spilli! Perciò erano un po' meglio, ma un po' si piegavano comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai anche attenzione alla percentuale di amido che metti nell'acqua, ho notato che anche quello fa la differenza ;)
      L'unico modo è andare per tentativi e trovare la soluzione più adatta.

      Elimina
  5. Bella idea ma soprattutto belli gli orecchini.
    Io non faccio bigiotteria ma una mia collega sì e lei usa lo smalto, a me non piace per niente in quanto rimane l'odore che mi dà fastidio, così invece non ne hanno.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già avevo dei dubbi sullo smalto, ora che mi hai detto che rimane l'odore, non proverò nemmeno ad utilizzarlo.
      Grazie per aver commentato!

      Elimina
  6. Ciao eccomi a visitarti complimenti! Chiacchierina anche tu?
    Io uso acqua e vinavil, in percentuale 50:50 di solito, per orecchini e ciondoli, invece 1:3 per braccialetti e collane perchè siano più morbidi, tranne i ciondoli appunto, poi uso il fono per asciugarli.
    Bene tanti auguri Buone Feste Ti seguirò volentieri
    Chiacchierino tatting-frivolite'. I lavoretti di Rita http://mritadm.blogspot.it/

    RispondiElimina
  7. Ciao
    io uso quasi sempre una miscela di acqua e vinavil (50:50) con cui spennello il lavoro. A volte quando voglio ottenere un effetto meno rigido uso la lacca per capelli del tipo extra-forte. Infine per le decorazioni (tipo quelle per l'albero di Natale) uso acqua con tanto zucchero in modo da ottenere una colla.
    Ti seguirò :), se hai voglia mi trovi qui http://lusciocreazioni.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Benvenuta nel mio piccolo spazio virtuale!
      Grazie per i consigli, al momento sto provando acqua e vinavil anche io, decisamente più comodo dell'amido ;-)
      Ora passo a sbirciare a casa tua, a presto!!

      Elimina
  8. Interessante!! Ho visto dalle foto che poi il colore non stinge, e questa era una mia paura.. Sicuramente seguirò le tue istruzioni utilissime, grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Il colore non stinge minimamente.
      Purtroppo ho scoperto che questo tipo di indurimento ha un difetto: con il tempo gli orecchini tendono ad "ammosciarsi", perdendo la loro rigidità.
      Inoltre patiscono l'umidità e se si dovessero bagnare perderebbero tutto l'amido. :-(
      Ultimamente sto utilizzando la colla vinilica diluita, provando varie percentuali.
      Prossimamente ne scriverò sul blog.
      Grazie per la visita e il commento, a presto!!

      Elimina
  9. Ma tu guarda che roba!!! Mai fatto nulla del genere!!!
    Molto interessante!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Squitty!
      Questo è uno dei tanti metodi per indurire, ne uso anche altri, solo che mi dimentico sempre di fare le foto per il blog...
      Grazie per la visita, a presto!

      Elimina
  10. Salve,
    io invece ho notato che con la colla vinavil i colori scuri diventano opachi, non resistono all'umidità e sembrano vecchi.
    Con lo smalto fanno brutto odore e non resistono molto all'umidità.
    Con l'amido ancora non ho provato ma lo farò.
    Inoltre mi ricordo di un video di Daniela in cui parla di una colla con nome CMW ma non sono riuscita a trovarla e vorrei sapere se l'avete provata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ornella!
      In effetti un metodo defnitivo non l'ho ancora trovato, ogni tecnica ha i suoi pro e i suoi contro.
      Credo che l'unica soluzione sia continuare a sperimentare e trovare la tecnica migliore per ogni tipo di filato.
      Lo so, è un lavoro certosino, ma al momento non ho una ricetta magica per indurire le nostre creazioni :(
      Grazie per il tuo contributo!
      Daniela

      Elimina

Grazie per il tuo passaggio e per il commento.
I tuoi suggerimenti sono preziosi per migliorare il blog!
A presto!
Daniela